00:00
09:24
Quanti sono i clienti che suggeriscono al proprio fornitore quale tipo di “arrotondamento oltre...” desiderano nella propria tariffa?
Quanti sono disposti a battagliare per non annoverare questa voce all’interno dei contratti?
È consuetudine che il cliente riceva dal fornitore la proposta tariffaria già costruita, e si adatti a ciò che gli è stato offerto; ecco un caso di “accettazione come stato di fatto”.

L’invito forte che vi faccio è non commettere anche voi questo errore!

Non tutti sanno che solo l’1% delle aziende, infatti, riconosce e comprende ogni singola voce presente negli accordi stipulati con i fornitori di trasporto, ma soprattutto solo questa piccola percentuale si pone le giuste domande che la porteranno poi a capire come impatteranno queste voci sui propri costi, e di conseguenza quale soluzione negoziare per ottenere un risultato ad esse vantaggioso.

Tra le voci che comunemente vengono tralasciate, quindi rientrano in quelle, “accettate come stato di fatto”, c’è sicuramente quella che fa riferimento "all’arrotondamento oltre" un determinato peso.
Mi piace immaginarla come una sorta di spia rossa del cruscotto dell’auto che tutti vedono, ma solo in pochi si soffermano sui perché sia accesa, stimolando così in loro risposte che generano l’intervento di risoluzione immediato, anziché agire come la maggior parte che sorvola e interviene solo a guasto avvenuto.
Vi ricordo che trovate Farsi Strada non solo sul sito www.farsistrada.it ma anche su facebook e linkedin.
Quanti sono i clienti che suggeriscono al proprio fornitore quale tipo di “arrotondamento oltre...” desiderano nella propria tariffa? Quanti sono disposti a battagliare per non annoverare questa voce all’interno dei contratti? È consuetudine che il cliente riceva dal fornitore la proposta tariffaria già costruita, e si adatti a ciò che gli è stato offerto; ecco un caso di “accettazione come stato di fatto”. L’invito forte che vi faccio è non commettere anche voi questo errore! Non tutti sanno che solo l’1% delle aziende, infatti, riconosce e comprende ogni singola voce presente negli accordi stipulati con i fornitori di trasporto, ma soprattutto solo questa piccola percentuale si pone le giuste domande che la porteranno poi a capire come impatteranno queste voci sui propri costi, e di conseguenza quale soluzione negoziare per ottenere un risultato ad esse vantaggioso. Tra le voci che comunemente vengono tralasciate, quindi rientrano in quelle, “accettate come stato di fatto”, c’è sicuramente quella che fa riferimento "all’arrotondamento oltre" un determinato peso. Mi piace immaginarla come una sorta di spia rossa del cruscotto dell’auto che tutti vedono, ma solo in pochi si soffermano sui perché sia accesa, stimolando così in loro risposte che generano l’intervento di risoluzione immediato, anziché agire come la maggior parte che sorvola e interviene solo a guasto avvenuto. Vi ricordo che trovate Farsi Strada non solo sul sito www.farsistrada.it ma anche su facebook e linkedin. read more read less

3 years ago