00:00
24:50
Il riscaldamento globale sta alterando gli equilibri del clima mondiale, ma le conseguenze le vediamo a livello locale. In Emilia Romagna e a Bologna le previsioni dei climatologi ci dicono che gli effetti più gravi saranno le ondate di calore e la siccità. Il caldo diventerà più intenso e frequente, soprattutto d’estate. Le piogge diventeranno più imprevedibili e la scarsità d’acqua renderà importante capire come gestire questa risorsa.

Come dobbiamo ripensare il territorio tenendo conto degli effetti del cambiamento climatico? Ci ragioniamo a partire da un resoconto dell’alluvione di maggio in Emilia-Romagna: con Federico Grazzini (meteorologo e ricercatore di ARPAE) parliamo di quali sono state le cause dell’alluvione e come ha reagito il territorio.

E poi, scopriamo un nuovo progetto di nature based solutions a Medicina per gestire le acque e mitigare il caldo, con Luisa Ravanello (urbanista e funzionaria dei Centri di Educazione alla Sostenibilità ARPAE) ed Elena Farnè (architetta esperta di pianificazione territoriale e del paesaggio e di partecipazione).

L’immagine di copertina è di Margherita Caprilli.

Il riscaldamento globale sta alterando gli equilibri del clima mondiale, ma le conseguenze le vediamo a livello locale. In Emilia Romagna e a Bologna le previsioni dei climatologi ci dicono che gli effetti più gravi saranno le ondate di calore e la siccità. Il caldo diventerà più intenso e frequente, soprattutto d’estate. Le piogge diventeranno più imprevedibili e la scarsità d’acqua renderà importante capire come gestire questa risorsa. Come dobbiamo ripensare il territorio tenendo conto degli effetti del cambiamento climatico? Ci ragioniamo a partire da un resoconto dell’alluvione di maggio in Emilia-Romagna: con Federico Grazzini (meteorologo e ricercatore di ARPAE) parliamo di quali sono state le cause dell’alluvione e come ha reagito il territorio. E poi, scopriamo un nuovo progetto di nature based solutions a Medicina per gestire le acque e mitigare il caldo, con Luisa Ravanello (urbanista e funzionaria dei Centri di Educazione alla Sostenibilità ARPAE) ed Elena Farnè (architetta esperta di pianificazione territoriale e del paesaggio e di partecipazione). L’immagine di copertina è di Margherita Caprilli. read more read less

4 months ago #bologna, #clima, #riscaldamentoglobale, #siccità, #territorio