00:00
04:19
In un tempo che sembra negare la fraternità universale, ricordare che siamo Fratelli tutti è atto profetico. Il Papa rovescia il paradigma cupo e chiuso di tanti falsi e unilaterali racconti della politica e delle istituzioni, e ci apre a un sogno possibile: la fraternità. E ci insegna che, perché l’enfasi sul popolo non degeneri nelle dittature e nel terrore, non bisogna disprezzare i deboli come fa il populismo, che li usa demagogicamente ai propri fini, o il liberismo, che li piega agli interessi economici dei potenti. Il commento all’enciclica di papa Francesco del professor Renato Balduzzi, docente di Diritto costituzionale alla facoltà di Giurisprudenza
In un tempo che sembra negare la fraternità universale, ricordare che siamo Fratelli tutti è atto profetico. Il Papa rovescia il paradigma cupo e chiuso di tanti falsi e unilaterali racconti della politica e delle istituzioni, e ci apre a un sogno possibile: la fraternità. E ci insegna che, perché l’enfasi sul popolo non degeneri nelle dittature e nel terrore, non bisogna disprezzare i deboli come fa il populismo, che li usa demagogicamente ai propri fini, o il liberismo, che li piega agli interessi economici dei potenti. Il commento all’enciclica di papa Francesco del professor Renato Balduzzi, docente di Diritto costituzionale alla facoltà di Giurisprudenza read more read less

3 years ago