00:00
14:14
Il 2023 è sempre più l’anno dell’AI, nel panorama tech internazionale. Nel giro di un mese l’Italia è passata da essere l’unico paese al mondo a bandire ChatGPT, a essere il primo ad aver imposto con successo dei paletti, in termini di privacy compliance, al tool di OpenAI, che è infatti tornato disponibile nel nostro Paese nel bel mezzo di una più ampia discussione sull’immagine che diamo di noi al mondo.
Nel frattempo le aziende non stanno a guardare, e iniziano a studiare modi per implementare l’intelligenza artificiale generativa nelle loro filiere. Se ne è parlato in un incontro con le aziende di Smact – il Competence Center del Triveneto – a cui abbiamo partecipato venerdì 5 maggio, e ne parla Luca Barbieri nella nuova puntata di Blumers, la nostra rassegna stampa dell’innovazione. All’interno anche le ultime dal fronte Twitter, e una constatazione empirica sulla carne “sintetica”.














Il 2023 è sempre più l’anno dell’AI, nel panorama tech internazionale. Nel giro di un mese l’Italia è passata da essere l’unico paese al mondo a bandire ChatGPT, a essere il primo ad aver imposto con successo dei paletti, in termini di privacy compliance, al tool di OpenAI, che è infatti tornato disponibile nel nostro Paese nel bel mezzo di una più ampia discussione sull’immagine che diamo di noi al mondo. Nel frattempo le aziende non stanno a guardare, e iniziano a studiare modi per implementare l’intelligenza artificiale generativa nelle loro filiere. Se ne è parlato in un incontro con le aziende di Smact – il Competence Center del Triveneto – a cui abbiamo partecipato venerdì 5 maggio, e ne parla Luca Barbieri nella nuova puntata di Blumers, la nostra rassegna stampa dell’innovazione. All’interno anche le ultime dal fronte Twitter, e una constatazione empirica sulla carne “sintetica”. read more read less

10 months ago